Studia e lavora con noi

Condividi l'articolo

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Telegram

L’Academy di computer grafica dove insegna un premio Oscar

Tra i docenti della scuola veronese Sarah Arduini, «guru» de gli effetti speciali

Di digitale c’è molto. Anzi, c’è tutto. Ma, almeno in questo caso, non si tratta di una realtà virtuale. E a renderla assolutamente concreta sono 60 ragazzi. O, meglio, sessanta alunni.
Quelli che frequentano una scuola, per la precisione un’«academy», che per chi ama la grafica informatica è come l’Hogwarts di Harry Potter. Dove a insegnare la magia e la stregoneria del digitale ti ritrovi anche un premio Oscar. Lei è Sarah Arduini, 34enne romana, che la statuetta più celebre del cinema se l’è aggiudicata con gli effetti speciali del Libro della Giungla, in cui ha animato l’orso Baloo. E le cui «magie» si potranno rivedere in Italia dal 21 agosto, data di uscita del «Re Leone», colossal 3D della Walt Disney. Ed è anche – rimanendo in tema di «effetti speciali» – una sorta di Minerva McGranitt, l’insegnante di trasfigurazione di Harry Potter. Già, perché Sarah è uno dei docenti o – come vuole il gergo anglosassone del settore – uno dei «top trainer» di una scuola assolutamente reale. E con sede a Verona. Quella Side Academy in cui lei insegna animazione in 3D. «In realtà – spiega Stefano Siganakis, che la Academy l’ha fondata e la dirige – tutti i docenti sono delle celebrità nel loro settore».

Sede in via del Fante, l’Academy. Ma rami in ogni parte del mondo. «Quasi tutti i ragazzi trovano lavoro prima di finire i tre anni di scuola e una volta conclusi vanno in Paesi dove la grafica digitale ha sbocchi ben più importanti che in Italia». Forma dei «cervelli in fuga», la scuola che è stata fondata quattro anni fa a Verona quasi per caso. «La mia compagna doveva trasferirsi qui e ho trovato la sede – racconta Stefano -. In un primo momento avevo pensato a Bologna, ma Verona è talmente bella…». Arrivano da ogni parte del mondo anche i docenti dell’Academy.
Fanno dei«moduli», dei corsi intensivi con i ragazzi, «chi due chi cinque settimane. E vengono bombardati di domande, anche sul lato pratico del lavoro

e sulla loro vita». Unica nel suo genere in Italia l’Academy veronese, perché al suo interno ha anche uno studio di produzione, Side Animation, tanto che i ragazzi stanno lavorando su una loro storia di animazione digitale, quella fantastica di Beatrix eroina che si muove in una Verona surreale. «Un progetto per la cui realizzazione ci vogliono anni. E fondi». Ma i ragazzi non mollano. Anzi. In cantiere hanno anche altre idee. Tutte da realizzare con i mostri sacri del settore che gli fanno da trainer. Anche perché quella di Verona è l’unica Academy ad avere un corso di studio triennale, un’alternativa ai corsi professionali. «Il nostro obiettivo – continua Siganakis – è quello di farli lavorare nel mondo pubblicitario, dell’intrattenimento e del cinema. Loro, ovviamente, vorrebbero andare subito a fare grandi cartoon, ma spesso partono dai videogame». Strada lunga, visto che quasi sempre porta all’estero. Ma di cui se non altro si sa il punto di partenza. Quelle aule aperte al mondo sia reale che virtuale in via del Fante.

  • La Side Academy è un corso di studio in computer grafica collegato alla Side Animation Studio, che si occupa di animazione e computer grafica
  • I corso di studi, post diploma, dura 3 anni e attualmente è frequentato da una sessantina di studenti. I docenti arrivano da ogni parte del mondo

Articoli recenti

La notte dei Draghi D’oro al Festival di Venezia

79^ edizione del Festival di Venezia

Giffoni Film Festival Good Games